Fine Mercato Tutelato Luce e Gas, nuovo rinvio a Gennaio 2023

chiusura mercato tutelato

Il progressivo passaggio al Mercato Libero, che ha già coinvolto le piccole e medie imprese dallo scorso 1° gennaio (clicca qui per approfondire se sei una PMI), subisce ufficialmente la proroga di un altro anno per le utenze domestiche e le microimprese, fissandolo così al 2023.
Affinchè tutti i clienti finali possano fare una scelta davvero consapevole in relazione ai propri consumi energetici, il recente emendamento al Decreto Milleproroghe della Commissione Bilancio e Affari Costituzionali della Camera, ha decretato la chiusura del Mercato Tutelato a partire dal prossimo Gennaio del 2023.

Un’ulteriore modifica dopo la data iniziale del 2018, successivamente slittata a luglio 2020 e poi ancora sostituita da gennaio 2022.

Come avverrà il passaggio al Mercato Libero? Cosa significa per me che sono un consumatore finale? Leggi il nostro approfondimento 

Nella tabella che segue vogliamo far chiarezza sulle date che sanciscono la fine del Mercato Tutelato, distinte a seconda della tipologia dell’utenza:

TIPOLOGIA UTENZA

REQUISITI NECESSARI

DATA FINE MERCATO TUTELATO

CLIENTI TITOLARI DI P.IVA/ AZIENDE (PMI)

  • N° dipendenti tra 10 e 50;
  • Fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro;
  • Utenza a bassa tensione
  • Potenza impegnata superiore a 15kW

1° gennaio 2021

CLIENTI DOMESTICI E MICROIMPRESE

Clienti singoli, nuclei familiari, associazioni e le microimprese (ossia quelle piccole imprese che non rispondono ai requisiti per essere considerate PMI)

 1° gennaio 2023

Sulla base dei dati sopracitati, i requisiti necessari come n° dipendenti e fatturato consentono, ai diversi titolari di P.IVA, di identificare le proprie utenze e poter gestire il relativo passaggio automatico per coloro che non hanno ancora scelto un fornitore dell’energia operante nel Mercato Libero. Dal 1° gennaio ricordiamo infatti che l’ARERA ha previsto per questi ultimi il passaggio obbligatorio nel Servizio a Tutele graduali.

Se possiedi i requisiti delle PMI e non sai come funziona il Servizio a tutele graduali

Cosa succede ai consumi delle famiglie e delle microimprese

Nonostante i continui provvedimenti, le sorti di quei clienti finali che a gennaio 2023 non avranno effettuato il passaggio, restano ancora da definire.

Tra i diversi dubbi che le famiglie e le microimprese restanti si pongono, resta salda un’opzione da non sottovalutare: beneficiare di questo tempo guadagnato per informarsi e non farsi trovare impreparati al passaggio obbligatorio.

Come? Confrontando le offerte Luce e Gas provenienti dal Mercato Libero, riuscendo così a valutare in modo corretto i fattori più determinanti. Muoversi in anticipo permette senz’altro un cambio di fornitore più responsabile e soprattutto autonomo e non imposto.

I vantaggi per i clienti Enel del Mercato Libero

Ad oggi, i consumatori che non conoscono perfettamente i benefici del passaggio al Mercato Libero, sono davvero tanti.

La liberalizzazione del Mercato dell’energia elettrica e del gas, presente ormai da quasi vent’anni, ha introdotto numerosi vantaggi per chi desidera sposare le condizioni economiche delle offerte luce e gas imposte dal singolo fornitore scelto piuttosto che dall’Autorità garante.

Passare al Mercato Libero risulta quindi un cambiamento che può rendere disponibili diverse possibilità, quali:

  • affidare la gestione di entrambe le utenze, luce e gas, ad un singolo fornitore; oppure, come nel caso di Enel energia, un pacchetto completo con luce, gas e Fibra di Melita, tutto in una sola bolletta.Scopri come verificare la copertura della tua zona e poter così sottoscrivere un’offerta completa. Leggi tutto quello che serve sapere nel nostro approfondimento dedicato.
  • aggiornare i prezzi sottoscritti con il tuo fornitore, riuscendo così a risparmiare in bolletta in modo concreto; potrai infatti bloccare tariffe convenienti per, ad esempio, 12 mesi (a seconda dell’offerta scelta), anziché attendere quello trimestrale automatico se il tuo piano è invece gestito dall’ARERA;
  • un’assistenza post vendita costante, resa disponibile dal Servizio Clienti, uno strumento gratuito offerto dal gestore per risolvere qualsiasi esigenza legata alle tue bollette.
    Se, ad esempio, sei cliente Enel energia avrai la possibilità di parlare con un suo esperto semplicemente contattando il Numero Verde 800900600, attivo tutti i giorni dalle 7:00 alle 22:00.
    Scopri le numerose operazioni che potresti eseguire tramite l’assistenza, cliccando qui.
  • servizi aggiuntivi personalizzati, come ad esempio la Bolletta Web, un’opzione resa gratuita e ricca di numerosi vantaggi (vedi ad esempio Enel energia) o Sportelli partner del fornitore distribuiti a livello nazionale con personale competente sempre pronto a soddisfare ogni esigenza, come ad esempio Enel energia che, attraverso i suoi Spazi Enel Partner come quello sito in Viale Einaudi 43 a Bari, sceglie di essere sempre vicino ai suoi clienti.

Se desideri approfondire tutto questo e preferisci confrontarti con un esperto di energia elettrica e del gas, non preoccuparti! Prenota qui la tua consulenza gratuita con un nostro esperto Enel energia, saprà assisterti e guidarti nell’importante scelta del tuo nuovo fornitore.

Condividi questo post