Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale: qual è la differenza?

differenza enel energia ed enel

Dopo cinquant’anni, dal 1 luglio 2007, i consumatori si sono improvvisamente trovati davanti ad un bivio: restare con la società elettrica che hanno sempre chiamato Enel per i propri consumi energetici o passare alla “nuova” realtà ENEL energia del Mercato Libero, instaurando in loro non poca confusione.

Sono infatti più di 160 mila le ricerche sul web legate a questo cambiamento effettuate per cercare di sciogliere i seguenti dubbi:

C’è differenza tra Enel energia e Servizio Elettrico Nazionale o sono la stessa cosa?

La liberalizzazione del mercato dell’energia introdotta nel 2007 e la successiva abolizione del Servizio di Maggior Tutela prevista per il 1 gennaio 2022, salvo ulteriori rinvii (del perché sia stato posticipato ne abbiamo parlato in un precedente articolo Il Passaggio Obbligatorio slitta ancora al 2022), hanno comportato un significativo rinnovamento dell’assetto societario dell’attuale Gruppo ENEL, da sempre conosciuto come Servizio Elettrico Nazionale.

L’Ente Nazionale per l’Energia Elettrica, conosciuto da sempre come ENEL appunto, nasce nel 1962 e da allora garantisce la fornitura di elettricità su tutto il territorio nazionale, dalla produzione alla distribuzione.

A quest’ultimo, dal 2007, è stato richiesto di operare distintamente nei due mercati ormai presenti con:

  • ENEL Servizio Elettrico Nazionale (divenuto poi semplicemente Servizio Elettrico Nazionale) come fornitore di energia nel Mercato di Maggior Tutela;
  • ENEL energia come fornitore nel Mercato Libero.

Il quadro si è poi completato con una terza società, ENEL Distribuzione, rinominata e-distribuzione, nata esclusivamente per gestire la distribuzione dell’energia elettrica.

ENEL energia, Servizio Elettrico Nazionale, e-distribuzione: facciamo chiarezza

differenza tra enel e servizio elettrico nazionale

ENEL energia, ENEL Servizio Elettrico Nazionale ed ENEL Distribuzione sono quindi tre realtà protagoniste nel mercato dell’energia, indipendenti tra loro ma con l’acronimo ENEL in comune, anche se solo inizialmente. Al fine di evitare confusione e possibili fraintendimenti, la denominazione ENEL fu infatti eliminata a due delle sue tre società, dando vita così al Servizio Elettrico Nazionale e ad e-distribuzione.

Differenza tra ENEL Energia, Servizio Elettrico Nazionale ed e-distribuzione

Per rispondere e così riepilogare le differenze, qui di seguito troverai una tabella di sintesi delle caratteristiche delle tre società protagoniste del mondo dell’energia.

  enel energia servizio elettrico nazionale e-distribuzione

 DOVE OPERA

Mercato Libero

Mercato Tutelato

Distributore

Energia elettrica


PROVENIENZA TARIFFE
Applica quelle dei fornitori della libera concorrenza Applica quelle imposte dall’ARERA

Non le propone al mercato


CARATTERISTICHE E VANTAGGI
 

Prezzi bloccati e spesso più convenienti

 

Aggiorna i prezzi trimestralmente

Non si rapporta direttamente con i consumatori finali

Ricapitoliamo: le due società che gestiscono i due mercati dell’energia sono ENEL Energia, in merito alle tariffe di luce e gas dei clienti nel Mercato Libero, ed il Servizio Elettrico Nazionale per coloro che hanno scelto di restare nel Mercato di Maggior Tutela.

Quando terminerà il Servizio Elettrico Nazionale cosa cambierà?

Dopo aver giustificato la sostanziale differenza tra ENEL energia e Servizio Elettrico Nazionale, costituita quindi dalla tipologia di mercato dell’energia nel quale esse operano dal 2007, approfondiamo le rispettive modalità.

Mentre il Servizio Elettrico Nazionale vende energia elettrica in base alle Tariffe stabilite dall’ARERA, l’Autorità di Regolazione Reti e Ambienti che gestisce i prezzi del Servizio di Maggior Tutela, la società ENEL Energia applica le proprie tariffe relative alle forniture di luce e gas in completa autonomia, basandosi unicamente alle regole del Mercato della Libera concorrenza.

Per coloro che sono rimasti nel Mercato Tutelato, la gestione dei prezzi delle loro bollette continuerà ad essere gestita, con aggiornamento trimestrale, dall’Autorità. Se, al momento della fine del Servizio di Maggior Tutela (ad oggi previsto per il 1 gennaio 2022) il consumatore non avrà ancora scelto il suo nuovo fornitore di energia del Mercato Libero, verrà inserito nel Servizio di Salvaguardia.

Se non ti è chiaro la modalità di questo importante passaggio, puoi approfondirla nel nostro precedente articolo intitolato Mercato Libero dell’energia, come funziona.

Come passare dal Servizio Elettrico Nazionale ad ENEL Energia

In virtù dell’ormai certa eliminazione del Mercato Tutelato, la delicata scelta consigliata da prendere attualmente in considerazione è il passaggio da Servizio Elettrico Nazionale ad ENEL Energia, quindi dal Mercato di Maggior Tutela al Mercato Libero.
Quello della libera concorrenza è un mercato che risulta essere sicuramente più vantaggioso grazie alle numerose tariffe offerte dai diversi trader dell’energia a disposizione.

Il passaggio risulta inoltre sempre gratuito e senza alcuna penale e, cosa ancora più importante, non richiede alcun intervento sul contatore nel caso di cambio di gestore. È quindi necessario non farsi trovare impreparati nella scelta del proprio nuovo fornitore, che si occuperà dell’intera gestione del passaggio, garantendo un servizio senza interruzioni di luce e gas.

Attenzione: la bolletta Enel resterà invariata (per ricapitolare il significato delle sue voci, leggi la guida alla lettura della bolletta Enel della luce), compresi gli oneri di sistema e le imposte comuni a tutti i fornitori, ad esclusione del costo della componente energia.
I fattori determinanti da prendere in considerazione al momento della scelta del fornitore e della relativa tariffa di luce e gas, sono le fasce orarie ed eventuali servizi inclusi come il servizio clienti.

Un consiglio: nella scelta dell’offerta luce o gas che meglio risponde alle tue esigenze, non limitarti al singolo fattore delle tariffe proposte. Presta attenzione anche ai servizi inclusi, alle fasce orarie e al servizio clienti, fondamentale per garantire una valida assistenza post vendita.

Numero Verde del Servizio Clienti Enel 

Che tu sia cliente Enel energia o Servizio Elettrico Nazionale, è sempre utile conoscere i contatti resi disponibili da entrambi i gestori per richiedere informazioni utili alle tue utenze, in particolar modo in questo periodo di transizione.

Per poter parlare con un consulente del Servizio Clienti:
– se sei cliente del Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico) potrai rivolgerti al Numero Verde 800.900.800 attivo per tutti i giorni della settimana dalle 7:00 alle 22:00 per qualunque esigenza, compresa la comunicazione dell’autolettura (se dal cellulare al numero 199 50 50 55) oppure accedendo al profilo personale dal sito ufficiale del Servizio Elettrico Nazionale.
Attraverso l’Area Clienti dell’ex Enel Servizio Elettrico (oggi SEN) consente infatti
– modifiche anagrafiche contrattuali;
– comunicazione dell’autolettura del contatore;
– scelta della modalità di pagamento delle bollette (web o cartacea);

– se invece sei cliente di Enel energia potrai contattare il Numero Verde Enel 800.900.860, attivo dalle 7:00 alle 22:00 dal Lunedì alla Domenica.

Se desideri ricevere una consulenza personalizzata da parte di un nostro esperto, clicca qui e compila il form, sarai ricontattato per un’analisi approfondita dei tuoi consumi energetici.

Condividi questo post