L’ARERA annuncia: calano le bollette dell’energia elettrica e del gas del Mercato Tutelato sino a giugno


Dal 1 aprile 2020 in arrivo una forte riduzione energetica: – 13,5% per il gas e – 18,3% di elettricità.

Questo è quanto dichiarato dall’ARERA attraverso il suo consueto aggiornamento.
L’Autorità di Regolazione Reti e Ambienti ha infatti reso noto che, dal prossimo trimestre, le tariffe di luce e gas del Mercato Tutelato registreranno una notevole riduzione, permettendo ad una famiglia-tipo di risparmiare complessivamente ben 184 euro/anno.

Quali sono i motivi di questo calo?

La riduzione dei costi è dovuta:

– dall’emergenza Covid-19, che ha spinto in basso le quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, una conseguenza inevitabile a seguito della diminuzione dei consumi;

– da una sostanziale stabilità del fabbisogno degli oneri generali di sistema.
Questi ultimi, ricordiamo, sono costi addebitati a tutti i clienti domestici, residenti e no a copertura delle attività di competenza dell’ARERA presenti, in modo differente, tra le numerose voci della bolletta della luce e la bolletta del gas.
Le stime del trimestre prossimo coinvolgeranno le utenze in regime di maggior Tutela per consumi elettrici pari a 2.700 kWh e un contatore 3 kW residente, per la luce, riscaldamento autonomo e consumi di 1.400 mc anno per il gas.

Le stime energetiche in piena emergenza coronavirus

Attraverso il suo comunicato stampa ufficiale, l’Autorità ci tiene a precisare la misurazione degli effetti sulle famiglie-tipo (al lordo tasse):

– per l’elettricità la spesa nell’anno “scorrevole” (compreso tra il 1° luglio 2019 e il 30 giugno 2020) sarà di circa 521 euro, con una variazione del -7,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019), corrispondente a un risparmio di circa 45 euro/anno;
per il gas, invece, la spesa sarà di circa 1.019 euro, con una variazione del -12% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 139 euro/anno.

Viene inoltre aumentata a 1,5 miliardi (rispetto all’attuale miliardo) la disponibilità del “conto COVID”, cassa istituita per sostenere interventi a favore di consumatori e utenti.

Concludiamo questo nuovo aggiornamento del settore energetico in questo storico momento, riportando le affermazioni del presidente di ARERA, Stefano Besseghini, che chiudono il comunicato ufficiale fin qui descritto:

“Mai come in questo momento è evidente la complessità dei legami del sistema energetico.
La buona notizia della riduzione dei prezzi per i consumatori è il riflesso di un rallentamento globale dell’economia. Su questo labile equilibrio le istituzioni, i governi e le Autorità di regolazione devono operare, durante questa emergenza, per garantire continuità dei servizi e sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema. Dal canto loro anche i cittadini, mantenendo la regolarità dei pagamenti, in un momento straordinario come questo, stanno già contribuendo con un importante atto di solidarietà”
.


M2G Blogger